Aggiungi qui il testo dell'intestazione

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Tiutolo della pasginas

Chi sei?

L’Italia fa passi avanti nella campagna vaccinale ma dovrà farne ancora per raggiungere una zona che la metta a riparo dal Covid. Per ora le persone che hanno terminato il ciclo completo, ovvero prima iniezione e richiamo così come richiesto per Moderna, Pfzer e AstraZeneca sono 6.520.204. In tutto però le dosi somministrate sono state agli italiani 21.601.607. Più donne (12.271.886) che uomini (9.329.721) e si è puntato sugli ultra-ottantenni (6.381.167) e su 3.613.041 soggetti fragili e caregiver.
Mentre la cifra tocca i 3.272.441 tra operatori sanitari e sociosanitari, 901.442 tra il personale non sanitario impiegato in strutture sanitarie e in attività lavorativa a rischio e 660.298 tra gli ospiti delle Strutture Residenziali. Poi arrivano le persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni (3.334.875) e quelle tra 60 e 69 (1.473.037). Sono invece 1.186.850 gli operatori scolastici vaccinati e tra le persone impiegate nel comparto della difesa e della sicurezza 333.108, più altri 445.348 che non rientrano in categorie specifiche.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Foto di Beatrice

L’Italia fa passi avanti nella campagna vaccinale ma dovrà farne ancora per raggiungere una zona che la metta a riparo dal Covid. Per ora le persone che hanno terminato il ciclo completo, ovvero prima iniezione e richiamo così come richiesto per Moderna, Pfzer e AstraZeneca sono 6.520.204. In tutto però le dosi somministrate sono state agli italiani 21.601.607. Più donne (12.271.886) che uomini (9.329.721) e si è puntato sugli ultra-ottantenni (6.381.167) e su 3.613.041 soggetti fragili e caregiver.
Mentre la cifra tocca i 3.272.441 tra operatori sanitari e sociosanitari, 901.442 tra il personale non sanitario impiegato in strutture sanitarie e in attività lavorativa a rischio e 660.298 tra gli ospiti delle Strutture Residenziali. Poi arrivano le persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni (3.334.875) e quelle tra 60 e 69 (1.473.037). Sono invece 1.186.850 gli operatori scolastici vaccinati e tra le persone impiegate nel comparto della difesa e della sicurezza 333.108, più altri 445.348 che non rientrano in categorie specifiche.

8 tra gli ospiti delle Strutture Residenziali. Poi arrivano le persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni (3.334.875) e quelle tra 60 e 69 (1.473.037). Sono invece 1.186.850 gli operatori scolastici vaccinati e tra le persone impiegate nel comparto della difesa e della sicurezza 333.108, più altri 445.348 che non rientrano in categorie specifiche.

L’Italia fa passi avanti nella campagna vaccinale ma dovrà farne ancora per raggiungere una zona che la metta a riparo dal Covid. Per ora le persone che hanno terminato il ciclo completo, ovvero prima iniezione e richiamo così come richiesto per Moderna, Pfzer e AstraZeneca sono 6.520.204. In tutto però le dosi somministrate sono state agli italiani 21.601.607. Più donne (12.271.886) che uomini (9.329.721) e si è puntato sugli ultra-ottantenni (6.381.167) e su 3.613.041 soggetti fragili e caregiver.
Mentre la cifra tocca i 3.272.441 tra operatori sanitari e sociosanitari, 901.442 tra il personale non sanitario impiegato in strutture sanitarie e in attività lavorativa a rischio e 660.298 tra gli ospiti delle Strutture Residenziali. Poi arrivano le persone di età compresa tra i 70 e i 79 anni (3.334.875) e quelle tra 60 e 69 (1.473.037). Sono invece 1.186.850 gli operatori scolastici vaccinati e tra le persone impiegate nel comparto della difesa e della sicurezza 333.108, più altri 445.348 che non rientrano in categorie specifiche.